HOME > LO STUDIO > Le garanzie CSO > La sterilizzazione e disinfezione

La sterilizzazione e disinfezione

Nello studio dentistico CSO la sicurezza del paziente è l’obiettivo primario: la garantiamo con la sterilità degli strumenti utilizzati per lo svolgimento delle terapie e con la disinfezione degli ambienti di lavoro.

Si tratta di una procedura particolarmente accurata e tecnologicamente avanzata. La sala di sterilizzazione è organizzata in modo da distinguere l’area dello “sporco” da quella del “pulito”. Si tratta di un dettaglio molto importante: ogni materiale viene sottoposto, fase dopo fase, ai trattamenti necessari per giungere alla piena sterilità, e in questo percorso non corre il pericolo di nuove contaminazioni, di “sporcarsi” di nuovo.

Il ciclo di sterilizzazione attuato nello studio dentistico CSO si avvia direttamente nelle stanze di lavoro: tutto il materiale usato viene raccolto dal personale delegato alla assistenza clinica, suddiviso e poi trasferito nella sala di sterilizzazione. 

Il cuore dello studio è infatti proprio la sala di sterilizzazione: ogni studio ha un accesso diretto ad essa così che a fine terapia gli strumenti utilizzati possano direttamente entrare nel ciclo di sterilizzazione.

Tutti gli strumenti sono quindi sottoposti ai primi cicli di lavaggio e disinfezione, attuati con macchinari dedicati; sono poi imbustati e sigillati nei fogli per sterilizzazione, e finalmente sottoposti ai cicli di sterilizzazione in autoclave.

Tutti le buste sono esternamente dotate di indicatori chimici di processo,in grado di variare il proprio colore dopo l’esposizione alla temperatura.
Ogni ciclo di sterilizzazione è costantemente monitorato dai sistemi di sicurezza; nel caso di anomalie del funzionamento delle autoclavi il problema viene immediatamente segnalato e il ciclo viene subito ripetuto.

Ogni giorno le autoclavi dello studio CSO sono sottoposte al test Helix, esame che valuta la capacità di rimozione dell’aria e penetrazione del vapore nel carico, aspetti direttamente correlati alla efficacia del processo di sterilizzazione.

Ogni settimana viene eseguito il test con gli indicatori biologici di sterilizzazione, per verificare l’effettiva capacità delle autoclavi in uso di uccidere i microrganismi.

Tutti i materiali sterilizzati sono quindi conservati in appositi contenitori ed utilizzati nuovamente secondo le necessità cliniche. Tutte le buste sterili sono datate e, nel caso di superamento del periodo di 30 giorni dal momento della sterilizzazione senza un nuovo utilizzo, i materiali contenuti sono rimossi e nuovamente sottoposti a trattamenti di sterilizzazione.

 

POTREBBERO INTERESSARTI