HOME > I BLOG > Federica Costa > Il diastema interincisivo, quel piccolo spazio tra i denti superiori, e il frenulo ipertrofico. Quando va trattato? E come può intervenire il dentista?
5

Il blog di Federica Costa

di Federica Costa

divisor

Il diastema interincisivo, quel piccolo spazio tra i denti superiori, e il frenulo ipertrofico. Quando va trattato? E come può intervenire il dentista?

Molte mamme sono preoccupate per i loro bimbi che presentano “uno spazietto tra i due denti superiori”; alcune volte accade in denti da latte, molto più spesso tra i due incisivi centrali superiori permanenti. Questo spazio si chiama diastema e frequentemente si associa ad un frenulo labiale superiore più spesso della norma e che si inserisce più in basso della sua naturale posizione.

CHE COSA SONO I FRENULI?

In bocca esistono più frenuli: il diastema è collegato al frenulo superiore mediano, ma c’è anche un frenulo sotto la lingua (che sarà argomento di uno dei prossimi post), nelle zone laterali superiori ed inferiori, ed infine c’è un frenulo labiale inferiore.

Il frenulo labiale superiore mediano è quella sottile striscia di tessuto che si estende dal centro della gengiva dei denti superiori verso il labbro superiore. Vederlo è facile, basta sollevare il labbro.

Da persona a persona, cambia molto il punto in cui il frenulo labiale si inserisce: normalmente si trova più o meno a metà dell’altezza totale della gengiva dell’arcata superiore, in altri casi può posizionarsi più in basso ed avere dimensioni maggiori: in questo caso si parla di frenulo ipertrofico. Il frenulo ipertrofico quando arriva a coincidere con la porzione di gengiva visibile tra i due incisivi superiori (papilla) produce come effetto il diastema.

CHE COS’È IL DIASTEMA?

Con il termine diastema si intende la distanza che esiste fra due denti vicini; solitamente si usa per riferirsi ad un aumento di spazio tra i due incisivi centrali superiori.

Nei bambini piccoli lo spazio tra gli incisivi superiori da latte, ma anche tra gli altri dentini è da considerarsi normale, anzi fisiologico: vuol dire che ci sarà abbastanza spazio per la futura eruzione dei denti permanenti e non è da considerarsi patologico.

Durante l’infanzia tende a chiudersi spontaneamente con l’eruzione degli incisivi laterali e dei canini permanenti, ma in certi casi ciò può non avvenire e perdurare fino all’età adulta.

IL DIASTEMA È SEMPRE ASSOCIATO ALLA PRESENZA DI UN FRENULO BASSO?

Il diastema può presentarsi a causa di diversi fattori, anche non patologici:

  • prima dell’eruzione dei canini superiori definitivi tra i 7 e i 12 anni (chiamata fase del “brutto anatroccolo”)
  • quando i denti sono troppo piccoli rispetto alla struttura dell’osso mascellare in cui si inseriscono (definita discrepanza dento-basale)
  • in caso di mancanza di elementi dentali (agenesie)
  • in caso di abitudini viziate come per esempio il mordersi il labbro, suzione della lingua e suzione del pollice
  • in associazione ad un frenulo labiale superiore che si inserisce tra i denti.
  • durante alcune fasi transitorie del trattamento ortodontico, previste e anticipatamente comunicate dal dentista

QUANDO, COME E PERCHÉ  TRATTARE UN FRENULO ED UN DIASTEMA?

Il frenulo labiale diventa patologico quando può determinare l’insorgere di alterazioni gengivali, funzionali (scarsa mobilità del labbro superiore rendendo più difficili le normali manovre di igiene orale) ed estetiche di denti e labbra.

La terapia consiste generalmente in due tipi di intervento: la frenulotomia (parziale rimozione del frenulo) o la frenulectomia (asportazione completa del frenulo). Possono essere effettuate con tecnica chirurgica tradizionale (detta a lama fredda) o con tecnica laser.

È fondamentale sottolineare che la recidiva è una complicanza frequente. La terapia deve deve essere coordinata con il trattamento ortodontico ed essere eseguita in modo da ottenere un buon risultato estetico.

È un errore pensare di eseguire la frenulectomia e ritardare il trattamento ortodontico sperando che il diastema si chiuda spontaneamente. Un diastema tra gli incisivi superiori tende a ripresentarsi, indipendentemente dalle metodiche utilizzate per eliminarlo; pertanto la rimozione chirurgica del frenulo rappresenta solo il primo passo per la chiusura del diastema che deve completarsi con un trattamento ortodontico.

Il trattamento va pianificato dopo aver effettuato una attenta diagnosi ed aver individuato  la causa  del diastema. La scelta del tipo di intervento e della tecnica chirurgica sarà effettuata dal dentista in funzione del singolo paziente. La terapia ortodontica di chiusura dello spazio potrà essere gestita con apparecchiature fisse o mobili in relazione al singolo caso clinico.

divisor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.